MUSCHI E LICHENI

COME PARLARE DI BOTANICA E FARSI AIUTARE DA WIKIPEDIA

Wikipedia è meglio della mia Prof. di Scienze!

 

Allora, lo so, questo post non interesserà a nessuno (e nemmeno a me che ne scrivo d’altronde) ma, per onor di cronaca è giusto parlare dei protagonisti del mio lavoro: Muschi e Licheni.

 

 

Da “Wikipedia”: I muschi. Part.1
I muschi sono piccole piante prive di tessuto vascolare appartenenti alla divisione Bryophyta, che conta circa 10.000 specie diffuse in tutto il mondo, principalmente nelle aree boschive e lungo i corsi d’acqua, dove prevalgono l’ombra (sciafilia) e l’umidità. Caratterizzati da fusti poco sviluppati e strutture fogliformi, si presentano come i membri più evoluti e voluminosi della ex divisione Briophyta potendo raggiungere estensioni di 20 cm (fino a 50 per il muschio tropicale Dawsonia superba). Alcune specie (Sphagnum spp.) possono accumulare nei loro tessuti grandi quantità di liquidi.

Attenzione: se vi fate una passeggiata nel bosco è vietato raccoglierlo, quindi conviene comprarlo coltivato in un vivaio o da un fioraio.

 

Da “Wikipedia”: I licheni. Part.2
I licheni sono organismi simbionti derivanti dall’associazione di due individui: un organismo autotrofo, un cianobatterio o un’alga, (per lo più una clorofita), e un fungo, in genere un ascomicete o un basidiomicete. Sono caratterizzati da un tallo e vengono classificati basandosi sulla tassonomia della specie fungina (nelle classificazioni precedenti facevano parte delle crittogame).

 

 

Photo by Gary Rockett for Unsplash

 

 

 

Lascia un commento